Friday, 12 August 2011

DIARIO GRECO

Appena arrivata e già tanto da raccontare...

Numero uno:
sono una strega,
ovvero già da l'altro ieri ero convintissima che mi avrebbero perso la valigia
e così è stato...

Non che sia la peggiore delle tragedie, però mi girano un po' le ovaie,
visto che vorrei andare a nuotare e i miei bikini sono tutti in valigia..


Ma che si puo' fare?
Nulla, solo aspettare e probabilmente arriverà nel pomeriggio, con il prossimo volo da Atene..

Mentre ero alle prese con il personale per recuperare il bagaglio, spunta il mio amico Anthony..
che ridere,
ovunque vada finisce sempre che incontro qualcuno che conosco!!
Peccato lui stesse tornando a Londra!!


Punto numero due:
ieri sono stra-andata
in paranoia perché non mi funzionava la connessione, problema ora risolto, grazie a Dio, che mi sentivo soffocare!
Se fossi in giro con amici o sull'Himalaya o, che ne so, in qualche ritiro spirituale in India o tra gli apicoltori del Chapas
non me ne fregherebbe un bel nulla di essere senza internet, ma qui, lavorando però avendo molti spazi liberi , non avere contatto con i miei amici , né accesso al blog, né a skype, né poter proseguire a mandare il manoscritto a varie case editrici,
mi sembrava la cosa più vicina alla morte!!!!!

Certo, ci sono sempre i libri che non tradiscono mai,
la cara carta così fedele,
ma una certa persona che mi interessa si trova in questo momento a New York
e mi girerebbero le palle a non poter sapere che fa..

Non che il contatto via fili impedisca che qualche strafiga americana abbia la meglio sul ricordo di me,
però, sai,
lontano dagli occhi lontano dal cuore, almeno rimangono le foto di Facebook
a non far sbiadire troppo la mia immagine al suo pensiero!

Punto tre:
ho perso il cavo della macchina fotografica!! AArghhhhh!!!
E la macchina è pure scarica così che non farò neppure un paio di foto i primi due giorni, tanto per avere un minimo ricordo.. (Bhe tanto ho le foto dell'anno scorso!)
Quindi nessun posto sarà accompagnato da fotografie durante questo viaggio , non di questa villa da schianto a picco sul mare dove mi trovo,
non delle brulle colline greche che mi affascinano tanto, non del mare cristallino...
E se sono fortunata, una volta a Londra,
il cavetto riapparirà...

3 comments:

Marina said...

la grecia mi affascina molto :) prima o poi la visiterò sicuramente!
peccato per le non foto :(

onda said...

sono stata in grecia molte volte, visitando sia le zone turistiche sia quelle meno conosciute... in questo momento ti invidio molto... goditi a pieno le ore libere e di relax... gli imprevisti fanno parte del gioco... simpatico post... a presto

Occhio.Cavo said...

io ho visto solo americane brutte,grasse e rumorose.non me ne preoccuperei troppo.
per il resto: invidiaaaaaaa