Saturday, 31 December 2011

Lough Neagh


domani è una settimana -
lontana.
sarò noiosa triste ripetitiva


ma tu -----
distante.
un'altra volta.

sei a Londra, non ci sono io.
ahhiiiiiiiiiiiii

non posso fare una chiamata dicendo ho bisogno di te passa non importa se sono le 4 e sei ubriaco, voglio svegliarmi accanto a te domattina.cosa avevo in testa, quando ho prenotato quel volo, 2 settimane esatte, cosa?

ci sono momenti che l'assenza di te shrinks my heart
comme maintenant mon amour
ICH BRAUCHE DIR, ICH GLAUBE.


un'altra settimana ancora

SOPPORTARE
corsa interrotta brevemente per i nostri giorni in Spagna e poi tu, via , off to Wales again...
un incontro breve al sud, la tua mostra a Eastbourne, and puff .. bouncing to Ireland yet another time...



si, volevo un Ulisse intraprendente, un altro nomade al mio fianco, eccoti...


sopporterò
tornerò e tornerai
...
ad ogni addio e riconcilio il nostro amore sarà un pizzico più grande



sei CHI ho sempre sognato al mio fianco,
sto vivendo un sogno al quale CREDO
ECCOME SE CI CREDO

sto pensando che
ti amo
che ti vorrei abbracciare
che voglio
camminare al tuo fianco
per sempre
portami sulle rive di questo lago a registrare i tuoi suoni
ascolta il mio respiro
è per te
lascia tracce durature dentro me



pic Lough Neagh shot by Pol McLernon

Friday, 30 December 2011

il nord chiama,forte.




SFERE di FUOCO


Nei mesi oscuri la mia vita scintillava
solo quando ti amavo.
Come la lucciola si accende e si spegne, si accende e si spegne,
-dai bagliori si può seguire il suo cammino
nel buio della notte tra gli ulivi.

Nei mesi oscuri l'anima stava rannicchiata
e senza vita
ma il corpo veniva dritto verso di te.
Il cielo notturno mugghiava.
Furtivi mungevamo il cosmo e siamo sopravvissuti.


Tomas Transtromer

Wednesday, 28 December 2011

In volo




solo
tu
che invadi il mio respiro-

anche ora che le nuvole ci separano

anche ora il tuo respiro
il tuo odore
il tuo sudore

il sole trapela come fuoco
attraversa il finestrino
accalda la mia fronte

le nuvole
tappeto di zucchero a velo,
l'Antartico.

dicono ci sia una perturbazione
l'aereo sballotta



io non ho voglia
di giocare con la
morte
oggi
riesco solo a pensare al tuo viso
alla tua pelle che mai più toccherei

madre ferita sanguina.

fiuto morte.

prego forte.

Tuesday, 27 December 2011

ich liebe



I HAVE FALLEN FOR YOU

LIKE I HAVE

FOR NO OTHER.


c'è bisogno di aggiungere dell'altro?

Thursday, 22 December 2011

EAST LONDON MORNINGS...

nuove poesie per il progetto
east london mornings
la guida artistica ai cafes della Londra dell'est (la più' figa)!

http://eastlondonmornings.com/#1271455/RAILROAD



illustration: Holly Smith

Wednesday, 21 December 2011

EUTERPE 2

Scaricate
GRATIS
la rivista letteraria Euterpe
sulla quale è stata pubblicata una mia poesia!


vi sono anche racconti, saggi di teatro ed antropologia ed un sacco di materiale super-interessante!

Sunday, 18 December 2011

you are my sweetest downfall

oh sweet thing
my sweet thing
i will raise my hand up
into the night time sky
and count the stars that's shining in your eyes
VAN MORRISON, Sweet thing







perché ancora una volta la musica spiega tutto meglio delle mie parole

....

AND HISTORY BOOKS FORGOT ABOUT US
AND THE BIBLE DIDNT MENTION US
NOT EVEN ONCE


Tuesday, 13 December 2011

danza di morte 2


Quanto capisco Frida,
ora,
seduta al buio di questa scatola chiusa.











L'angoscia,





il ventre che scoppia.










Creature che colonizzano i miei organi.





Vorrei non averlo fatto.





Parzialmente reversibile.

Parzialmente

uccidere.










Danzano vergini dentro me,










danzano e mi soffocano.










Sono diventata





zoppa,





ma non è stata la polio.










Danza di morte.










I sonniferi faranno effetto tra un po'.





Painting: Frida Kahlo, Henry Ford Hospital, 1932

Friday, 9 December 2011

oh my Lord, where art thou?





affondo le dita
in quel mare a te destinato

maledico il limbo
di
apatia-dolore-attesa
nel quale mi hai
confinata



sono stufa
di disfare
il sudario ogni notte,
Odisseo.


chiamami codarda,

traditrice,
quel che vuoi,

ma torna in fretta,
non ha importanza se la zattera è
naufragata,
se sei prigioniero di Calipso...

accoltella le onde,
bevi il mare,
uccidi Eolo,
quel che tu vuoi, ma fallo.

Penelope
sta cedendo
all'insistenza dei Proci

Thursday, 8 December 2011

café oto

illustration emily wallis

vi ricordate del progetto east london mornings?



qui trovate la mia seconda poesia!

Tuesday, 6 December 2011

The pavillion

The tea

was hot

in my hands.

I sang out the window,

then closed my eyes.

Dreamy

Italian harps

silver flutes

tuning Irish sonnets

and South America floating,

penetrating my veins.

There, I met you.

Monday, 5 December 2011

EUTERPE


hey guys!!

ho iniziato a collaborare con questa rivista.
se avete voglia di dare un'occhiata!!!



http://www.rivista-euterpe.blogspot.com/

Thursday, 1 December 2011

estar enfermo


"ocurre lo mismo con la piel.
cuando estoy nerviosa me la arranco de quajo alrededor de los dedos hasta que sangra, pero aun asi, después de tanto dolor no consigo quitarmela entera"

LUNA MIGUEL


es lo que hice hoy
quitarme la piel

Monday, 28 November 2011

MORTA





oggi riesco

ad immaginarmi

solo

così:







morta.







vorrei liberarmi da questo dolore,

ma non so dove iniziare.







chiedo









aiuto.

IO ODIO


Ma che sci sarà ancora da scrivere,
ancora?

Potrei scrivere che avrei solo voglia di scomparire
quando mi è stato chiesto
di esprimere sentimenti positivi?

Si può sommergere
un quaderno con le proprie lacrime
e poterne ancora decifrare
il contenuto?

Si può smettere di sognare
senza morire?



Di cosa volete che scriva,
un'altra volta?
Di meravigliosi pargoli
che restituiscono il sorriso,
di baci rubati in Islanda,
di quanto ti amo,
delle margherite,
di quel qualcosa di speciale che ci lega?

BULLSHIT

Io voglio parlare di quanto esistere faccia male,
di come ogni volta che pensavo di aver intravisto la luce
era in realtà un miraggio,
io voglio parlare di
odio

odio odio

l'odio che alberga dentro me
che non mi fa respirare,
di quanto brucia,
di quanto le
disillusioni mi stiano rosicchiando,
piano piano.

Voglio parlare di quanto
vorrei prenderti a morsi il cuore
ed ingoiarlo tutto

senza vomitare.








East London Mornings..


Questo è un progetto al quel sto partecipando qui a London,
è una guida artistica ai bar più carini della zona est di Londra,
che è quella, in pratica, dove l'art scene è più forte e dove succede tutto (pretentious?) a livello underground...

Alcuni artisti hanno ritratto i bar, alcuni scrittori li hanno dipinti con parole...
Questo è il primo dei miei...





pic: Andy Potts, the Counter

Saturday, 26 November 2011

Friday, 25 November 2011

parting






Le parole mancano,
meno male che c'è P.J.Harvey...



Dear darkness I've been your friend
For many years Won't you do this for me?
And the words tightening
The words are tightening
Around my throat
and Around the throat of the one I love







vuoto insostenibile, ancora,

emicrania mi produce la tua assenza

sento odore di
morte morte
morte morte morte morte morte morte morte morte morte morte morte



morte morte morte morte morte morte morte morte morte morte

morte morte morte morte morte morte morte morte morte morte morte morte morte morte morte



non ha importanza quanto ti amo
quanto mi ami,

sono sola nel mio dolore

Wednesday, 23 November 2011

le parole... bloccate




sterile,
seedless womb.

non esce niente da questo ventre.

Tuesday, 22 November 2011

Love is a feather








Cercando le parole
i colori non sono mai serviti a niente.
Le piume cadono
pesanti
sul mio cuore.

Mi sento annegare
mentre il verde
filtra tra i cristalli.

La poesia
ci
salverà.


ANCORA.





ancora
ancoraancoraancoraancoraancoraancoraancoraancoraancoraancoraancoraancoraancoraancora

SEMPRE.
Fino alla morte.









Saturday, 19 November 2011

LUNA WE LOVE YOU





ACIDA


Perché mi hai resa gravida

da te nasco

nuda ed acida.

Sanguinano le mie stigmate.

Sanguinano perché il verbo sanguinare

è sinonimo

di buona letteratura.

Perché la buona letteratura

salva

gli inutili,

i pigri come me.

I pigri come il mio ventre,

incapace

di concepirsi da solo,

a sé stesso,

senza il tuo seme,

solo.

Perché languida

nasco dal nulla.

In mezzo a tutto questo.

Nuda.

Acida.

Thursday, 17 November 2011

unquenched hope



waiting for him gives me more pleasure
than feasting with another

ANNA AKHMATOVA









stiamo per caso


cullando sogni non nostri?




dimmi,


lo stai facendo amore mio?




io sono confusa,
il mio mondo notturno invade la realtà...




eppure so


che da questa follia


proprio non mi va di andare via...






(I'll repeat it again and again, I adore the sound of your alarm clock, I hope it will be the soundtrack of the rest of my days...)











Wednesday, 16 November 2011

ESORCISMO



OGGI

LA POESIA

E'

ESORCISMO

la prossima fermata è cancro...




sono stanca di quest'astrazione...




la

prossima

fermata

è

cancro.




eppure il dolore non è
la destinazione finale.

non
la
è.

lo so per certo.




SPEECHLESS BECAME MY HOME
AND MY CAPITAL- MUTENESS.

anna akhmatova



Saturday, 12 November 2011

welcome back


Fàilte.
Amàrach.

domani si riempirà questo buco.
mi sei mancato tanto.
ma tanto.

Thursday, 10 November 2011

crack





L’uccello sorvola la foresta. Ha un’ala spezzata. Sta cercando di dare una ragione al buco che ha nel cuore.

Dorothea Lasky



siamo soli, sunshine,

soli soli soli.


come hai potuto essere così ingenua,

così sciocca,

ancora?


come hai potuto deporre felicità e speranza

in quelle mani?


non hai ancora capito

che nessuno ti salverà,


solo ti immergerà

più profondamente


in un abisso


senza profondità..

not to be boring, but here it is again...


*Humans * di digitalwitch

Wednesday, 9 November 2011

....

Tutte le poetesse sono morte, disse.
Roberto Bolaño

mi sembra

Un'altra volta

di fronte

al monitor.

vuoto.
io vuota.

io.

che non so.

io.

con questi progetti in testa
con la paura


che non vadano da nessuna parte

mi sembra
a volte


che
non
ci
sia
terreno
fertile


mi sembra così fottutamente difficile


mi sembra di impazzire

mi sembra di non farcela.
mi sembra

che il mondo sia sempre pronto

a lasciarmi indietro.

e tu con lui.

òlof arnalds


I CAN FEEL YOUR HEART'S END
TOUCH ME AGAIN
I SURRENDER


FEEL LIKE BRIGHT FROM THE INSIDE
JUNGLE RED
EASIER FELT THAN SAID

I SURRENDER NOW
I STAND UP NOW
I AM OPEN TO ONLY YOU..

Tuesday, 8 November 2011

DANZA di MORTE


"Io arranco tra tutti quei fili di lana grigi
che si attaccano alle gambe...
sono così pesanti da trascinare"

Justine in Melancholia di Lars Von Trier







Como es posible
que todavia non has entendido
que eres la ùnica cosa
que me puede salvar,
junto a la poesìa?




"Qué extremo del cielo me guardas?" preguntò ella.

" En ello entero te grabo" contestò él.










pic:kirsten dunst in melancholia

SENI


Ho un seno più grande dell’altro.

Gli uomini mi accarezzano

il più

sporgente.

Che furbi.

Penso.

È l’istinto animale.

Il mio petto

il mio seno

la mia tetta violacea di morsi

di freddo

d’imperfezione.

Solo tu sei perfetto

solo lui,

vi dico,

cuore unto,

preferisce l’odore di merda

a quello della

varichina

lui

ed il perfetto difetto

del suo caldo mento

della sua calda carezza

del suo sterile ti amo

LUNA MIGUEL

el dia de mi boda

el dìa de mi boda
me imaginaré

muerta.



pic: the death of Ophelia by John Everett Millet

Monday, 7 November 2011

Luna, again

GIOVENTÙ

Piccola prostituta,

uccelli carnivori

eiaculano sulle tue ali

e ciò nonostante voli.



Luna Miguel

IV



dalla poesía mi aspetto malvagità

esigo schifo

invoco malattia


LUNA MIGUEL



questa è la mia idea di poesia,

fantastica Luna, ancora.

un onore essere la tua rappresentante italiana



pic : the web

HOPE&REMORSE


mi rendo conto

in questo preciso istante

che Venerdì

è

fottutamente

lontano...


ma


come


diavolo

mi è venuto in mente di stare via una settimana?

la Toscana è lontana da Londra,

il Galles meno, ma sempre comunque lontano ...


e io non ci sono
e poi tu torni,
e poi torno io
e non ci sei tu ...





ci sono i messaggi, ma non la tua voce,
non le tue mani,
non il tuo odore...
traducevo serena
e poi,
di botto,
s'è ficcato il tuo pensiero nella mia mente..


rispondi, ti prego, rispondi immediatamente
non lasciare che la distanza
dia adito ai miei pensieri neri...






Immagine meravigliosa, dal web.

Saturday, 5 November 2011

its a queer land





adoro persino
il rumore della tua sveglia

quale colore predominava nel vento
il giorno in cui
nascesti?


sicuramente il bianco



...


scappiamo in Islanda?

alleviamo pecore

guardiamo
l'aurora

e generiamo un piccolo te?

I am sure you would make
the best father...





pic from the web

Thursday, 3 November 2011

elska









ed anche tu mi chiedevi dov'ero





ed io non lo sapevo....

















e scoprivo che

l'amore

fa

il rumore delle fate



e profuma d'isola,

scritto

con la s e la r