Friday, 29 April 2016

Primi giorni a Shanghai- 20 luglio 2015

Non ricordavo il jet lag fosse qualcosa di cosi terribile. Non dormo a modo da 3 notti (o 4? Tutto e' cosi scombussolato!), non mi sento le gambe, mi fanno male i piedi! Non so come faro' ad affrontare il corso di cinese domani, anche se, sorpendentemente, mi sento abbastanza vispa, forse sono anche agitata, incuriosita, il tutto contribuisce.

Sto pure morendo di fame! Una palla condividere una stanza, se non riesci a dormire non puoi fare niente! Io ci ho provato a meditare, a fare gli esercizi di respirazione, ma non e' servito granche'.
Per fortuna fa chiaro presto ed ho aperto la tenda per far entrare un po' di luce e scrivere queste due righe. La colazione apre alle 6 e mezza, ancora un'ora da aspettare!

Scrivere quindi e' ancora la mia terapia, sia essa per sfuggire alla follia o alleviare l'insonnia. Bello sapere che e' sempre li, pronta a consolarti.

Ma veniamo alla Cina! Impressione positiva per ora, anche se un po' mi rattrista non essere piu' quel former-self che si emozionava sempre cosi' tanto! Con le varie esperienze che si fanno nella vita, tutto si normalizza! O forse e' solamente che il mondo davvero e', ormai, tutto uguale. Ma credo che quando arrivero' nei villaggi vedro' le cose in maniera diversa e l'immensa bellezza della natura cinese si che fara' breccia nel mio cuore!

Comunque ora  la cosa piu' importante da fare e' imparare un po' questo cinese, cosi da sentirmi piu' sicura nei miei viaggi!


No comments: