Saturday, 11 August 2012

Misunderstandings



E già inizia male con una conversazione
che prende la tangente,
o meglio io che la prendo, la tangente.
Per l'ennesima volta.

Poi tu che non mi rispondi.


Silenzio.

Agonia.

Poi la tua mail.
Le tue parole così belle
eppure così ambigue.
Ti ho ferito ancora,
Dio perché non riesco a trattenermi?

Una confusione, malgrado la conclusione:

In open water you have met me and the depth of my feeling.

Turn that to flight with me.

Forever yours



Non reggo più ho bisogno di parlarti, 
di vederti.

C'è Skype.


Ti sei svegliato con questa canzone, Louie Louie di Toots and the Maytals

A fine girl, who waited for me.
I catch a ship across the sea.
I sailed the ship all alone.
I wondered when Im gonna make it home.

Three nights and days I sailed the sea.
I think of the girl constantly.
On the ship, I dream she there.
I smell the rose thats in her hair.

Louie louie, oh baby, I gotta go.
Yi-yi-yi-yi-yi
Louie louie, oh baby, I gotta go.

I see jamaican moon above.
See the girl Im thinking of.
I take her in my arms and then
Say Ill never leave again.

E dopo le spiegazioni,
le mie scuse che tu non vuoi mai,
perché non serve a niente ristagnare nel passato
ecco che si riaccende il tuo sorriso.
E la mia vita.




3 comments:

loie said...

Maledetto skype...maledetta distanza...

Sunshine said...

maledetta distanza si, ma maledetto skype no che è l'unico modo per vedere il dolce viso di chi ami anche a mille miglia ( e fare cybersex! :)

Anonymous said...

Ciao.Posso chiederti come contattarti in privato?Ho bisogno di togliermi un dubbio su questa persona che senti.Non sono un pervertito!